CONTRIBUTI CCIAA di UDINE PER REGISTRAZIONE DISEGNI E MODELLI

Il 1° settembre si apre il bando di contributi a sostegno della registrazione di disegni o modelli, nonché di marchi in Paesi esteri ideato e finanziato dalla Camera di Commercio di Udine.

Sono agevolabili iniziative volte al deposito di domande di registrazione di:

–       disegni e modelli italiani negli Uffici Brevetti e Marchi delle CCIAA o l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi di Roma;

–       disegni o modelli comunitari all’Uami / Euipo Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale;

–       disegni o modelli internazionali alla sede di Ginevra dell’Ompi Wipo;

–       marchi nazionali negli Stati esteri, di marchi internazionali e di marchio comunitario o marchio dell’Unione Europea.

La data del deposito della domanda di registrazione deve essere compresa tra il 1° gennaio e il 31 dicembre di quest’anno. Lo stesso vale per le spese sostenute (fatturate e pagate).

Le spese ritenute ammissibili possono essere:

–       costi diretti (deposito, bolli, registrazione, ecc.) sostenuti nei confronti delle autorità Nazionali, Europee, Estere e Internazionali;

–       spese per consulenze di studi o professionisti del settore, comprese ricerche di anteriorità.

L’agevolazione concessa in de minimis è un contributo in conto capitale pari al 70% delle spese riconosciute ammissibili.

L’importo minimo della spesa ammessa a contributo deve essere pari a 900 euro.

Il massimo concedibile per ciascuna domanda è previsto entro fasce e soglie diverse a seconda del tipo di registrazione.

Le imprese interessate presentano domanda di contributo in bollo alla CCIAA di Udine a partire dalle ore 09.00 del 1° settembre ed entro il 30 novembre prossimo, esclusivamente tramite posta elettronica certificata (Pec) inoltrata a contributi@ud.legalmail.camcom.it.

INCENTIVI PER L’INDUSTRIALIZZAZIONE

La Giunta regionale ha approvato il Bando che disciplina la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle imprese per progetti relativi a programmi di industrializzazione dei risultati della ricerca, dello sviluppo sperimentale e dell’innovazione.
I finanziamenti sono rivolti a PMI e grandi imprese che:
– Appartengano alle aree di specializzazione identificate dalla Strategia regionale S3, che sono Agroalimentare, Sistema Casa, Metalmeccanica, Tecnologie marittime e Smart Health;
– abbiano concluso progetti di ricerca, sviluppo sperimentale e innovazione inerenti le aree di specializzazione S3 successivamente al 31 dicembre 2013 finanziati ai sensi delle seguenti normative
o L.R. 47/1978 capo VII, articolo 21, comma 1, lett. a), b) e c);
o L.R. 12/2002, art. 53 bis;
o PAR-FSC 2007-2013 Attività linea d’azione 3.1.1 “Sviluppo e rafforzamento del tessuto produttivo regionale , industria artigianato e servizi”;
o POR FESR 2007-2013 Attività 1.1.b “Sostegno ai progetti di ricerca industriale ad elevato impatto sistemico per il rafforzamento delle reti della ricerca e dell’innovazione”;
o L.R. 3/2015 art. 32 “Misure di supporto al settore dell’elettrodomestico e della relativa filiera produttiva”.

La dotazione finanziaria del bando è pari a € 5.000.000,00.
Le intensità di contributo sono:
a) per le PMI, nel caso in cui l’impresa opti per il contributo in regime di esenzione ai sensi del Regolamento (UE) 651/2014:
– 10% dei costi ammissibili per le medie imprese
– 20% dei costi ammissibili per le piccole imprese
b) 35% per le grandi imprese o le PMI, qualora queste ultime optino per il contributo “in regime de minimis”, ai sensi del Regolamento n.1407/2013.

Le domande possono essere presentate dal 28 settembre 2016 all’8 novembre 2016 a tramite il sistema FEG.