Incentivi a tutela della proprietà industriale

Il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) promuove l’utilizzo dei diritti di proprietà industriale attraverso la promulgazione di specifici bandi volti ad incentivare la registrazione e la valorizzazione economica di brevetti, marchi, disegni e modelli. Specificatamente, per i brevetti sono previsti premi a fronte della registrazione degli stessi presso organismi nazionali e internazionali (UIBM, EPO, WIPO) e contributi in conto capitale finalizzati all’acquisto di servizi specialistici, funzionali all’implementazione del brevetto all’interno del ciclo produttivo con diretta ricaduta sulla competitività del sistema economico nazionale, o alla sua valorizzazione sul mercato. Per i marchi, si prevedono agevolazioni per favorirne la registrazione presso l’Ufficio per l’armonizzazione del mercato interno e presso l’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, mentre per i disegni e modelli, oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione degli stessi attraverso l’acquisizione di servizi volti alla messa in produzione di nuovi servizi correlati al disegno/modello o alla sua commercializzazione. Ma cosa si intende per proprietà industriale? Che differenza c’è tra brevetto, marchio, disegno? Il sito dell’UIBM chiarisce molto bene l’argomento:

“La proprietà industriale è una delle due grandi categorie – l’altra è la proprietà letteraria e artistica (diritto d’autore) – che costituiscono la proprietà intellettuale. Con l’espressione proprietà intellettuale ci si riferisce all’insieme dei diritti, i cosiddetti Intellectual Property Rights (IPR) di carattere:

  • personale […],
  • patrimoniale […].

Le opere dell’ingegno umano, […], sono classificabili in tre macro categorie:

  • opere dell’ingegno creativo, che fanno riferimento al mondo dell’arte e della cultura […]
  • segni distintivi, quali marchio, ditta, insegna, indicazione geografica, denominazione d’origine
  • innovazioni tecniche e di design, che hanno per oggetto invenzioni, modelli di utilità, disegni e modelli industriali, topografie dei prodotti a semiconduttori, nuove varietà vegetali.

Solo in riferimento a queste due ultime categorie si può propriamente parlare di diritti di proprietà industriale.” “Un brevetto tutela e valorizza un’innovazione tecnica […] È un titolo in forza del quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento sull’oggetto del brevetto stesso, consistente nel diritto esclusivo di realizzarlo, di disporne e di farne un uso commerciale, vietando tali attività ad altri soggetti non autorizzati.” “Il marchio è un “segno” usato per distinguere i propri prodotti/servizi da quelli della concorrenza. Rappresenta uno dei principali elementi dell’immagine dell’azienda e fornisce, agli occhi della clientela, garanzie di qualità e affidabilità. È quindi una risorsa preziosa da tutelare e valorizzare.” “Per disegno o modello s’intende l’aspetto dell’intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento.”

Per maggiori approfondimenti, vi rimandiamo al sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchio al link http://www.uibm.gov.it/index.php/incentivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*